Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Dutch English French German Portuguese Romanian Spanish Turkish

contatti

Dati-del-Comune

News

Iscriviti

L'attualità dai "Dialoghi Eula" alla ribalta nazionale

Dimensione caratteri

L'eco della quinta edizione dei “Dialoghi Eula - Il festival della buona politica”, andata in scena nel fine settimana a Villanova Mondovì (Cuneo), è giunta in tutte le case italiane. Le agenzie di stampa e numerosi media nazionali hanno, infatti, ripreso le dichiarazioni dei ‘big’ della politica che si sono dati appuntamento nel Monregalese, ‘traslocando’ dalle segreterie di partito e dai salotti televisivi, portando nell'antica chiesa di Santa Caterina tematiche di stringente attualità. Un confronto dinnanzi alla platea delle grandi occasioni, in un equilibrato mix tra autorità, spettatori e studenti, riuniti per trovare risposte sul presente e sul futuro non solo dell'Italia, ma del mondo intero. Dai venti di guerra in Siria alle consultazioni del Quirinale, passando per una riflessione sull’Europa e sugli sconvolgimenti che stanno attraversando la società moderna: un mosaico di contenuti che, per un giorno, ha trovato spazio nel gioiello trecentesco di Villavecchia.

Una location lontana dai moderni flussi di comunicazione che ha, però, ospitato con successo l'atteso collegamento video con Matteo Salvini, segretario della Lega, in apertura del tavolo guidato dal giornalista Giuseppe Salvaggiulo de “La Stampa” e dedicato al tema “L'Italia alla prova della Terza Repubblica”, cui hanno preso parte l’ex ministro agli Affari regionali, Enrico Costa, la deputata Fabiana Dadone, il presidente del Partito Democratico, Matteo Orfini, il presidente della Liguria, Giovanni Toti, ed il segretario piemontese della Lega, Riccardo Molinari. Dal presbiterio villanovese - in una cornice mai così gremita come in questa quinta edizione dei “Dialoghi Eula” - si è alzato, unanime, un coro di condanna nei confronti dell'attacco alla Siria, a partire dalla presa di posizione di Salvini che ha definito “sbagliati” i missili americani. Quadro ben più articolato, d’altro canto, rispetto agli scenari politici di casa nostra ed alle possibilità di dare vita ad un nuovo Governo, con il 'dem' Orfini a sottolineare che il referendum costituzionale bocciato dagli italiani avrebbe evitato l’attuale situazione di stallo grazie all’introduzione del secondo turno. Di elevata caratura la 'lectio magistralis' del professor Giulio Tremonti, ascoltato in religioso silenzio dalla sala. Dal “Mundus Furiosus” dell'Europa che, nel Cinquecento, faceva i conti con la scoperta dell’America sino alla moderna globalizzazione dei mercati economici. Un'evoluzione lunga cinque secoli, sorpassata negli ultimi 25 anni da una rivoluzione senza precedenti: «Mai, nella storia, un cambiamento così forte è avvenuto in un tempo così breve». Migrazioni, degenerazione della finanza, digitalizzazione e crisi della politica e delle rappresentanze: le quattro tappe del viaggio che Tremonti ha proposto alla platea. 

«C’è una frase del giovane Holden in cui il protagonista dice che “è bello entusiasmarsi di qualcosa” - evidenzia Michele Pianetta, assessore al Turismo ed alle Manifestazioni di Villanova Mondovì, che ha immaginato e fortemente voluto i “Dialoghi Eula” nel 2014 - e noi abbiamo fatto proprio questo, ossia ci siamo entusiasmati della buona politica. Il festival è cresciuto insieme alla comunità villanovese: grazie a chi ha creduto in questo evento, a partire dal sindaco di Villanova Mondovì, Michelangelo Turco, e dallo staff del Comune, coordinato in maniera impeccabile, come ogni anno, da Emiliano Leandro e da Davide Dho. Registriamo un successo straordinario, con nuovi stimoli per le prossime edizioni». L'edizione 2018 dei “Dialoghi Eula” ha avuto, inoltre, un’importante anteprima, rappresentata dal tradizionale convegno realizzato in collaborazione con ANCI Piemonte e dedicato al tema dell'innovazione. Nella mattinata di venerdì, la sala consiliare del Municipio di Mondovì è stata cornice del dibattito “Pubblica innovazione e digital disruption”, che ha ufficialmente lanciato la seconda edizione del premio “Piemonte Innovazione” promosso da ANCI Piemonte. Tutto esaurito anche per lo spettacolo teatrale “La Divina Commediola” di e con Giobbe Covatta, in scena presso il teatro civico “Federico Garelli”: un viaggio tra le sconosciute realtà dell’Africa, continente a cui il comico è molto legato, in un ideale ‘ping pong’ tra gli endecasillabi del fantomatico poeta Ciro Alighieri e gli spunti di riflessione su tematiche quali la scolarizzazione, l’alimentazione, la religione e la salute dei bambini nel ‘continente nero’, il tutto reso meno amaro dalla genialità del grande attore napoletano.

«Non potevamo festeggiare in modo migliore - commenta Fulvio Bersanetti, direttore scientifico della manifestazione ed ideatore della stessa nel 2014 - il quinto compleanno dei nostri “Dialoghi Eula”. Un successo straordinario di pubblico e di visibilità per il nostro territorio. Non era facile ma siamo riusciti ad alzare il livello rispetto allo scorso anno: tutti i media nazionali hanno parlato del nostro festival. Posso dire che i “Dialoghi Eula” sono diventati ‘grandi’: di buona politica c’è e ci sarà sempre più bisogno». 

La quinta edizione dei “Dialoghi Eula” è andata in scena con il fondamentale contributo di Consiglio regionale del Piemonte, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Confartigianato Fidi Cuneo e Confcommercio As.Com. Monregalese; nonché il patrocinio di Provincia di Cuneo, ANCI Piemonte, Uncem Piemonte, Confindustria Cuneo, ATL del Cuneese, Unioncamere Piemonte, Camera di Commercio di Cuneo ed Enciclopedia Treccani. Hanno, inoltre, sostenuto la manifestazione i main sponsor Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de’ Baldi e Giuggia Costruzioni, quindi gli sponsor Saisef, Edilvetta, Banco Azzoaglio, Assicurazioni Battaglia, Banca Alpi Marittime, Barbera, Cosvil, Full Service 2000, Esedra Mondovì, Bressano Mobili, Matericamente, Röfix, Agricoltanaro, Cantina Ettore Germano, Marchesi di Barolo, Osteria Cavallo Rosso e LibrerieCoop. Grazie, infine, ai partner tecnici Slow Food Monregalese, Kalatà, IVM Multimedia, Protezione Civile di Villanova Mondovì, Carabinieri in Congedo di Villanova Mondovì, Confraternita della Trippa e della Rustìa.

Stampa Email

Il Territorio di Villanova Mondovì

 

COORDINATE: 44° 21’0’’ N / I 7° 46’0’’ E
ALTITUDINE: 526 m.sl.m. (min.430 – max 881)
SUPERFICIE: 28.390 Km2
ABITANTI: 5.891 (anno 2014)
FRAZIONI COMUNALI: Bongiovanni, Branzola, Eula, Garavagna, Madonna del Pasco, Roracco, San Grato