Italian Arabic Bulgarian Chinese (Simplified) Dutch English French German Portuguese Romanian Spanish Turkish

contatti

Dati-del-Comune

News

Iscriviti

Il biglietto unico di "Caves" disponibile negli uffici dell'ATL

Dimensione caratteri

Dalla ribalta internazionale con il progetto ‘Alcotra’ alla forte affermazione a livello nazionale grazie alla trasmissione Rai ‘Easy driver’: per il progetto 'Caves, le grotte turistiche del Piemonte' sono mesi decisivi per spiccare il volo, ottenendo piena consapevolezza nelle proprie peculiarità, caratteristiche in grado di attrarre nel Cuneese, dall’Italia e non solo, un numero significativo di appassionati e turisti. La forte crescita di interesse da parte dei media ed il conseguente aumento dei flussi turistici verrà fortemente incentivato dall'accordo che gli Enti gestori delle grotte di Bossea, del Caudano e dei Dossi firmeranno con l'Azienda Turistica Locale del Cuneese. Dal mese di agosto, infatti, sarà possibile acquistare il biglietto unico individuale del progetto ‘Caves’ direttamente negli uffici ATL: un titolo aperto, in grado di offrire l'accesso alle tre grotte con un forte sconto rispetto all'acquisto dei tre singoli accessi. Da 25 € a 16 €, un importante incentivo per ora riservato ai primi 5.000 acquirenti.

Il titolo sarà aperto, con validità di dodici mesi dalla prima convalida: 365 giorni di tempo per esplorare i tesori nascosti del sito carsico più esteso dell'intero Piemonte, con caratteristiche decisamente uniche in ognuna delle tre grotte. La grotta di Bossea accoglie visitatori per 363 giorni l'anno, senza mai offrire lo stesso tipo di scenario: una grotta ‘viva’ grazie proprio all'omonimo torrente sotterraneo che ne caratterizza la stagionalità con suoni e melodie sempre differenti. Aperta al pubblico dal 2 agosto 1874, seconda in Europa soltanto a Postumia, la grotta turistica sita nel Comune di Frabosa Soprana si presenta con una potenza delle architetture tale da generare vertigine, custode nei millenni dei resti dell'Ursus Spelaeus. Dalla Val Corsaglia al Monte Calvario per scoprire i due primati nazionali della grotta dei Dossi (Villanova Mondovì). Era il 15 agosto 1893 quando, con l'ausilio di trenta lampade Edison ed un generatore a petrolio, divenne la prima grotta d'Italia illuminata a luce elettrica, una luce che alzò il sipario su una varietà di colori unica, tale da meritare il titolo di più colorata dello Stivale. Dal Monte Calvario alla Val Maudagna per sorprendersi con la grotta del Caudano (Frabosa Sottana) che, con i suoi 3200 metri di sviluppo, si colloca tra le più lunghe d'Italia. Un complesso di gallerie per lo più orizzontali, sviluppate su quattro livelli e talvolta comunicanti, caratterizzate da una ricchezza unica di conformazioni calcaree. Caratteristiche diverse per un percorso suggestivo, completo e variegato, il tutto a pochi chilometri di distanza. Si tratta senza dubbio di veri e propri tesori della collettività, un patrimonio che deve essere portato alla conoscenza del maggior numero di persone per sfruttarne appieno il valore e le potenzialità. «Siamo sempre più convinti - dichiara Michele Pianetta, assessore al Turismo del Comune di Villanova Mondovì, capofila ed ideatore del progetto ‘Caves’ - che la strada intrapresa sia quella giusta. Grazie alle risorse messe a disposizione dal Bando Valorizzazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, siamo riusciti a realizzare sinergie importanti tra i Comuni e gli Enti gestori, nella consapevolezza che il lavoro di squadra e la promozione integrata sanno produrre risultati importanti a beneficio di tutti. Ringraziamo l’ATL del Cuneese ed in primis il presidente Bernardi ed il direttore Bongioanni per aver, ancora una volta, ritenuto questo progetto meritevole di interesse ed attenzione». «La valorizzazione del territorio sta avvenendo in maniera corale - aggiunge Claudio Camaglio, coordinatore operativo del progetto ‘Caves’ e gestore della grotta di Bossea – sfruttando ogni singola peculiarità ed iniziativa. Ad esempio, il progetto 'Caves' sarà presente al concerto di Ferragosto: all'Alpe di Gavo Bracco, ai piedi del Mondolè, consegneremo coupon validi per l’ingresso omaggio alle tre grotte ai bambini di età inferiore ai 10 anni. Il nostro meraviglioso mondo sotterraneo non può e non deve prescindere dalle bellezze outdoor che l'intera provincia di Cuneo sa offrire al turismo internazionale». «L'ATL - sottolinea il Presidente Mauro Bernardi - è orgogliosa di presentare al pubblico un'iniziativa così importante che lega le grotte del Monregalese in un'unica proposta turistica spendibile in Italia ed all'Estero. Il nostro territorio gode di bellezze naturalistiche, geologiche, artistiche ed architettoniche di inestimabile valore: è nostro compito metterle in rete e costruire proposte accattivanti che possano incuriosire, invogliare e - ne sono certo - meravigliare i visitatori. La collaborazione tra ATL del Cuneese, Amministrazioni locali e gestori che sta alla base di questo progetto è un grande punto di forza e porterà ottimi risultati».

Per informazioni:

- A.T.L. Azienda Turistica Locale del Cuneese tel. +39.0171.690217 - mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

- Grotta di Bossea (Frabosa Soprana, CN) info: 0174.349240

- Grotta del Caudano (Frabosa Sottana, CN) Infopoint Mondolé, 0174.244481 – 331.8757807

- Grotta dei Dossi (Villanova Mondovì, CN) info e prenotazioni: 0174.42646 oppure 333.9790007

Stampa Email

Il Territorio di Villanova Mondovì

 

COORDINATE: 44° 21’0’’ N / I 7° 46’0’’ E
ALTITUDINE: 526 m.sl.m. (min.430 – max 881)
SUPERFICIE: 28.390 Km2
ABITANTI: 5.891 (anno 2014)
FRAZIONI COMUNALI: Bongiovanni, Branzola, Eula, Garavagna, Madonna del Pasco, Roracco, San Grato