TB-Storia

TB-eventi

TB-vedere

TB-Fare

TB-ospitalita

TB-associazioni

  • Home page
  • Fare a Villanova
  • Montagne, sci e benessere

Montagne, sci e benessere

Dimensione caratteri

 

La posizione di fondovalle di Villanova Mondovì è strategica per raggiungere rapidamente le stazioni sciistiche: Lurisia Monte Pigna km 7, con le sue rinomate Terme, Prato Nevoso km 15, Artesina km 13, Frabosa Soprana km 10 ma anche le valli Ellero, Maudagna e Pesio con il Parco Naturale del Marguareis che nell'insieme offrono numerose proposte escursionistiche per la stagione estiva e invernale.

Mondolè Sky

 

Mondolè Ski

Si sviluppa sul gruppo Mongioie-Mondolè ed è il più grande comprensorio del Cuneese: Mondolè Ski è l'area sciistica che collega i complessi di Artesina, Prato Nevoso e Frabosa Soprana (Monte Moro, Malanotte), e mette a disposizione di passione e agonismo oltre 130 km di piste e 40 impianti dove si scia dawero giorno e notte.

Discesa, snowboard e fondo ad Artesina: discesa e uno degli snowpark di riferimento italiani a Prato; discesa, snowboard e racchette nella più storica delle stazioni monregalesi, Frabosa. D'estate gli stessi luoghi sono vivaci località di villeggiatura immerse nella natura. 

Scarica la carta sciistica del Mondolè Ski

 

Lurisia Monte Pigna

Sul Monte Pigna, sopra Lurisia, piste da discesa e fondo e percorsi con racchette; a valle le Terme.

 

Piste di Fondo di Roccaforte e Rastello

Per fare fondo all'ombra del Mondolè, e con una linea diretta per Artesina via seggiovia. Da Roccaforte sono tracciati con l'arrivo della neve due anelli: uno di 12 chilometri che parte dall'imbocco della Valle Ellero, appena fuori l'abitato di Roccaforte e con a lato un comodo e spazioso parcheggio. La pista percorre tutto il fondovalle e raggiunge l'abitato di Norea, ritorna verso Roccaforte e risale nella Valle di Lurisia fino alla Borgata Sacconi. L'altro si trova a Rastello ed è lungo 7,5 chilometri e percorre l'ultimo tratto della Valle Ellero. La partenza della seconda pista avviene dal piazzale delle seggiovie e si snoda lungo il fiume Ellero in uno scenario caratterizzato da scorci incantevoli in un ambiente decisamente alpino, presenta tratti impegnativi.

 

Centro Sportivo Marguareis 

Il Marguareis e il Parco Naturale della Valle Pesio sono lo scenario straordinario per fondo, racchette, scialpinismo e biathlon.

 

Terme di Lurisia

Il nome Lurisia deriva dalle "lese", le lastre sottili di ardesia dei tetti locali.

Nel 1900 un minatore, estraendo lose nella grotta Nuvolari (oggi Terme), colpì una vena sorgiva: si formò un laghetto "miracoloso" dove le ferite cicatrizzavano in modo rapidissimo. Le proprietà curative delle acque della zona erano già note agli abitanti, che sapevano che le piaghe degli zoccoli degli animali guarivano prima attraversando il torrente Lurisia.

Con l'inizio del nuovo secolo, Marie Curie, premio nobel per gli studi sul radio, effettuò personalmente analisi e misurazioni della radioattività delle acque. L'Istituto Termale venne inaugurato nel 1940, Lurisia divenne una nota località di villeggiatura e una stazione sciistica.

InfoInfo
Altitudine: 720 m

Acque: 30 sorgenti; per le terapie termali sono utilizzate la Fonte Santa Barbara (diuretica e purificante) e la Fonte Garbarino (farmaco naturale, antinfiammatorio e rilassante).

Cure: cure idropiniche, inalazioni (reparto per bimbi), balneoterapia, bagno turco, fangoterapia, fisioterapia respiratoria, antroterapia, idromassaggi, irrigazioni e docce interne, magnetoterapia, massaggi, ayurveda, riflessologia piantare, trattamenti estetici.

Ambulatorio medico. Centro benessere. Attività nel parco.

www.lurisia.it

 

RIFUGIO ALPINI “BARTOLOMEO MERLO”

Fiore all’occhiello per il Gruppo Alpini di Villanova Mondovì è il Rifugio di montagna in località Balma a quota 1900 mt. (Frabosa Sottana) intitolato all’alpino Bartolomeo Merlo, caduto in guerra e per questo onorato con la Medaglia d’Argento al Valor Militare.
La sua costruzione, iniziata nel 1980, fu opera di un gruppo di alpini che iniziarono la costruzione guidati dall’allora capogruppo di Villanova, l’attivissimo Ambrogio Costantino detto “Tino”. Il rifugio nacque dalla fatica, dalla volontà, dalla generosità e dalla caparbietà di quegli alpini in congedo che, con spirito di gruppo, lo edificarono in breve tempo. Fu inaugurato già nel 1983.

Dal 2004 altri giovani alpini in congedo, iscritti regolarmente nel Gruppo di Villanova, portano avanti la gestione del Rifugio, svolgendovi lavori sia di ordinaria che di straordinaria manutenzione, come il rifacimento del tetto e la costruzione dello steccato di recinzione in legno in modo da rendere sempre funzionale e confortevole la permanenza.

Il Rifugio “Bartolomeo Merlo” è facilmente raggiungibile sia a piedi che in macchina seguendo una comoda strada di montagna che parte da Pratonevoso.
Situato in una bella posizione ai piedi del Mondolè, gode di una splendida visuale e può essere base di partenza per belle escursioni, sia facili che impegnative per tutti coloro che amano la montagna e la vita all’aria aperta.
Strutturato su due piani il Rifugio è dotato di ampio salone, cucina, servizi, ripostiglio, e conta circa 32 posti letto.
 
Aperto dal 1 maggio (neve permettendo) al 30 ottobre il Rifugio è un luogo ideale per soggiorni estivi, per campeggi, scolaresche e comitive oltre che per gruppi alpini che intendano organizzare feste di gruppo o soggiorni alpini.

 

InfoInfo
Per prenotazioni durante il periodo di apertura o per ulteriori informazioni contattare i seguenti responsabili:

Basso Vincenzo  cell. 349 – 72.57.429 Ufficio: 0174 / 69.90.66
Airaldi Gianluca cell. 340 – 73.00.345
Bracciano Guido (Bar Bisotti-Villanova Mondovì Tel. 0174 – 69.90.49)

StampaEmail

contatti

Dati-del-Comune

News

Iscriviti